Joseph Highmore, Mr. Oldham and his Friends, 1750, Tate Gallery, LondonLa tua amicizia con Prodi?
Un episodio: Prodi era assistente di Andreatta a Legge. Mia moglie Vanna doveva fare l’esame di Economia ma non ne capiva nulla e Andreatta la mandava sempre via. Alla quarta volta mi chiese aiuto. Io avevo già conosciuto Prodi e gli dissi: «Quand’è che non c’è Andreatta? Basterebbe un 18 altrimenti Vanna va avanti per anni» Prodi disse: «Mandala al prossimo appello». Vanna si presentò ma c’era sempre Andreatta. Disse: «Signora, qui di nuovo? La vedo volentieri». Poi venne chiamato fuori da qualcuno. Prodi prese la situazione in mano e le fece subito una domanda tipo: «Mi dica qualsiasi cosa che sa». Quando Andreatta tornò chiese: «Come va?». Prodi: «Niente di eccezionale ma un 21 si può dare». E Andreatta: «Facciamo 18».
Da allora…
«Abbiamo cominciato a frequentarci».

Angelo Rovati, responsabile della segretaria di Prodi intervistato sul Corriere Magazine da Claudio Sabelli Fioretti.

Considerazione 1:
Una che riesce a prendere 18 pure concordando le domande, vuol dire che veramente di Economia non capisce un cazzo.

Considerazione 2:
Assodato che la signora Vanna, moglie del segretario di Prodi, non sa un cazzo di Economia, ci domandiamo perché non abbiano fatto anche lei, come gli altri, sottosegretario al ministero di Padoa Schioppa.

Considerazione 3:
Per diventare amici di Prodi bisogna non capire un cazzo di economia o essere sposati con persone che non capiscono un cazzo di economia; entrambi i requisiti sono in possesso dell’Anarca che propone la sua candidatura per diventare “amico di Prodi”.
Considerazione 4:

La gravità non è l’aneddoto in sé … ma la tranquillità e la sfrontatezza con cui, il più stretto collaboratore di Prodi, racconta quella che, fino a prova contraria, è una frode.
Considerazione 5:
La gravità non è l’aneddoto in sé… ma il fatto che nessuno ha ancora pulito la striscia di bava che ha lasciato Sabelli Fioretti.
Considerazione 6:
10-100-1000 Riforme Moratti!!!
Considerazione 7:
Per chi ancora non l’avesse capito… questa qui è l’Italia di Prodi.

Immagine: Joseph Highmore, Mr. Oldham and his Friends, 1750, Tate Gallery, London