Francis Bacon, Studio del ritratto di Papa Innocenzo X di Velasquez, 1953

Se i vescovi italiani parlano di aborto, di legge 194, di diritto alla vita, trattasi di ingerenza vaticana in affari di Stato e per il papa laico di Repubblica siamo di fronte a una “offensiva clericale”.
Se il vescovo di Roma dice al Sindaco di Roma che Roma fa schifo, il vescovo laico di Repubblica parla di “palese inconsistenza politica e culturale di papa Ratzinger”.
Se al contrario, i vescovi italiani consigliano di non indire elezioni e di trovare un accordo, diventano “pezzi da novanta” che appoggiano il capo del Pd, il loro parere viene messo insieme a quello dei due maggiori leader italiani e il papa laico di Repubblica fischietta alzando gli occhi al cielo.
Insomma, per i campioni del laicismo italico, i vescovi devono intervenire nella politica italiana, ma anche non intervenire.
Il veltronismo dilaga…

Immagine: Francis Bacon, Studio del ritratto di Papa Innocenzo X di Velazquez, 1953